Prestazioni extra contrattuali

In vigore dal 01 Ottobre 2017

 

Il Dipendente che richiede le prestazioni di seguito indicate, deve essere in forza presso un’impresa iscritta alla CEDAM che sia in regola con i versamenti, al momento della presentazione della domanda.

Nel caso di domanda presenta  da un lavoratore che abbia maturato i requisiti soggettivi per l’accesso alle prestazioni ma dipendente di un’impresa non regolare, la CEDAM sospende l’erogazione del contributo fino alla regolarizzazione dell’impresa, che deve avvenire entro e non oltre due (2) anni; conseguentemente, al momento dell’avvenuta regolarizzazione dell’impresa, il lavoratore avrà diritto all’erogazione del contributo.

Per il raggiungimento dei requisiti di accesso alle prestazioni extracontrattuali a favore  dei lavoratori, la CEDAM riconoscerà il 50% delle ore lavorate dal richiedente nelle altre casse edili del territorio Regionale. A tal fine, il lavoratore dovrà presentare  l’attestato comprovante la sua posizione rilasciato dalla cassa edile di provenienza. In tal caso, l’erogazione della prestazione  avverrà  nella  misura del  50% di quanto previsto dal regolamento delle prestazioni extracontrattuali.

 

Vestiario: Indumenti e Scarpe antinfortunistiche nell’anno.

Il lavoratore nuovo iscritto (per nuovo iscritto si intende colui che non risulta essere già titolare di una posizione presso la C.ED.A.M., sia con la stessa impresa che lo iscrive, sia con altre imprese, ad eccezione delle posizioni cessate almeno 6 mesi prima della data di nuova iscrizione), ha diritto alla fornitura di una tuta da lavoro e scarpe antinfortunistiche; la Cassa invierà al lavoratore nuovo iscritto ed alla relativa impresa apposita comunicazione. Successivamente la spedizione del vestiario e delle scarpe antinfortunistiche sarà effettuata con le consuete modalità in essere e che rimangono valide per la totalità dei lavoratori iscritti come sotto specificato:

Condizioni per accedere  alla Prestazione:

Regolarità dei pagamenti da parte dell’Impresa; iscrizione del Lavoratore al momento dell’erogazione del contributo; aver lavorato almeno 600 ore nel  semestre precedente l’erogazione. Le spedizioni, ad ogni singola impresa,  saranno effettuate nei mesi di Giugno e Dicembre, prendendo in considerazione, per il calcolo delle ore lavorate, rispettivamente il primo ed il secondo semestre  edile precedente; ogni lavoratore ha diritto ad una sola consegna nell’anno. Le imprese in regola con i versamenti ed i Lavoratori iscritti che hanno maturato 600 ore, riceveranno,  ogni  anno,  un  catalogo  per la scelta del vestiario  più  adatto alle loro esigenze lavorative.

 

LA FORNITURA E’ GRATUITA E LA SCELTA E’ ESCLUSIVA FACOLTA’ DEL LAVORATORE ISCRITTO ALLA CASSA EDILE C.ED.A.M.. Ogni lavoratore ha diritto ad una sola combinazione di vestiario e ad un paio di Scarpe Antinfortunistiche nell’anno. Per ogni lavoratore verrà effettuata una sola spedizione nell’arco dell’anno.

“ ESEMPIO: il lavoratore che non ha maturato nel primo semestre (Aprile – Settembre) 600 ore lavorate non riceverà  il  Vestiario  –  DPI  nella  prima spedizione di  giugno, ma dovrà attendere  il secondo  invio  di dicembre dopo  aver  maturato 600 ore nel secondo semestre (Ottobre  – Marzo). ”

 

Contributi per Spese Sanitarie:

Le Prestazioni  Assistenziali  Sanitarie   della   C.ED.A.M., erogate attraverso la nuova Polizza UniSalute, sono rivolte ai Lavoratori Dipendenti iscritti ed ai loro familiari a carico; a tal fine va presentata alla C.ED.A.M. domanda con anagrafica completa del familiare per il quale si richiede la prestazione e copia del modello 730  attestante quanto dichiarato.

Le Prestazioni Sanitarie vengono riconosciute anche agli impiegati iscritti alla C.ED.A.M., regolari con i versamenti obbligatori ai fini del Fondo di Previdenza Complementare  PREVEDI,  ma non ai loro familiari a carico.

Per quanto riguarda le prestazioni di TICKET del Servizio Sanitario Nazionale e delle PROTESI OCULISTICHE E PROTESI ACUSTICHE, il Lavoratore operaio o l’impiegato dovranno inoltrare copia delle fatture entro 6 mesi dalla data di emissione, agli uffici della Cassa Edile C.ED.A.M. che provvederanno ad inviarli ad UNISALUTE per il conseguente  rimborso.

Le prestazioni per CURE ORTODONTICHE e VISITE SPECIALISTICHE dovranno essere eseguite solo in strutture sanitarie e con personale convenzionato con la Società Unisalute, previa autorizzazione della stessa, e saranno liquidate alle strutture Sanitarie che eseguiranno la prestazione, per la sola parte rimborsabile, direttamente dalla Società Unisalute.

 

PRESTAZIONI ODONTOIATRICHE E ORTODONTICHE

Il Piano sanitario copre le spese per visite odontoiatriche e ortodontiche, l’applicazione, la riparazione, la sostituzione e il ribasamento di protesi dentarie, prestazioni ortodontiche, cure odontoiatriche, terapie conservative, detratarsi, prestazioni diagnostiche.

 

Fino al 28/02/18 le spese saranno rimborsate per il 40%, se fatturate con data compresa tra 01/10/17 e il 28/02/18.

 

Dal 01/03/18, le prestazioni dovranno essere eseguite solo in strutture sanitarie e con personale convenzionato con la Società Unisalute, e saranno liquidate direttamente dalla Unisalute alle strutture, con uno scoperto del 60% che l’Iscritto dovrà versare all’emissione della fattura. Prima di accedere alla prestazione il dipendente deve richiedere l’autorizzazione da UniSalute contattando il numero verde 800016742.

 

Il contributo massimo annuo riconosciuto per le prestazioni odontoiatriche e ortodontiche, sarà pari al 40% della spesa documentata con un massimale annuo per nucleo familiare di € 4.500,00.

 

Per le sotto elencate prestazioni il contributo riconosciuto sarà del 50% con i massimali annui specificatamente riportati:

 

LENTI

Il Piano sanitario copre le spese per lenti correttive di occhiali o a contatto, esclusa la montatura.

 

Fino al 28/02/18, per il rimborso è sufficiente la fattura emessa dall’ottico che va presentata alla CEDAM;

 

Dal 01/03/18, per il rimborso è invece necessario allegare alla documentazione di spesa, lo specchietto di rilevazione del visus compilato e timbrato dall’oculista/ottico.

 

Somma annua a disposizione per nucleo familiare è di € 300,00.

 

VISITE SPECIALISTICHE in STRUTTURE SANITARIE CONVENZIONATE

Il Piano sanitario rimborsa le spese per visite specialistiche.

 

Fino al 28/02/18 le spese saranno rimborsate fino al 50% dell’importo pagato, se  fatturate con data compresa tra il 01/10/17 e il 28/02/18.

 

Dal 01/03/18, le prestazioni dovranno essere eseguite solo in strutture sanitarie e con personale convenzionato con la Società Unisalute, e saranno liquidate direttamente dalla stessa Società alle strutture, con uno scoperto del 50% che l’Iscritto dovrà versare all’emissione della fattura.

 

Prima di accedere alla prestazione il dipendente deve richiedere l’autorizzazione da Unisalute contattando il numero verde 800016742.

 

Somma annua a disposizione per nucleo familiare è di € 360,00.

 

PROTESI ACUSTICHE

Il Piano sanitario rimborsa le spese per protesi acustiche nella misura del 50%, entro 60 giorni dalla data di invio della documentazione di spesa.

 

Somma annua a disposizione per nucleo familiare è di € 480,00.

 

TICKET PER VISITE SPECIALISTICHE E ACCERTAMENTI EROGATI DAL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE IN STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE

Il Piano sanitario rimborsa le spese per visite specialistiche e accertamenti diagnostici e ticket di Pronto Soccorso, con uno scoperto del 50% fatturato.

 

Somma annua a disposizione per nucleo familiare è di € 180,00.

 

 

I requisiti minimi per accedere alle prestazioni sanitarie del presente punto da parte dei lavoratori sono:

  • aver lavorato 600 ore nei nove (9) mesi interi precedenti l’ultimo mese di contribuzione C.ED.AM. per il quale è scaduto il pagamento; (si ricorda che la mensilità denunciata in C.ED.A.M. va pagata entro e non oltre il mese successivo.)
  • Impresa regolare con i versamenti contributivi.
  • Tutte le domande, escluse quelle per prestazioni Odontoiatriche ed Ortodontiche e per Visite Specialistiche, devono pervenire alla Cassa Edile C.ED.A.M. entro sei (6) mesi dalla data delle fattura; sono riconosciute esclusivamente le spese per prestazioni effettuate in Italia.

 

 

Contributi Scolastici:

  • Buoni Libro: Il diritto viene riconosciuto ai figli dei lavoratori che hanno lavorato almeno 1000 ore nell’anno edile precedente l’erogazione; gli importi annuali, al lordo della ritenuta prevista per legge, sono i seguenti:
  • 135,00 € per la Scuola Media Inferiore;                                                                                    255,00 € per la Scuola Media Superiore;                                                                                   –  420,00 € per l’Università; 

Presentazione della domanda entro Dicembre e successivi pagamenti a Gennaio di ogni anno.

  • Premio di Diploma-Laurea:
  • per i figli a carico dei dipendenti con almeno 1000 ore lavorate nell’anno edile precedente al conseguimento del Diploma di Scuola Media Superioree con  votazione minima di 90/100, sarà riconosciuto un contributo una tantum di € 260,00;
  • al conseguimento della Laureacon votazione uguale o superiore a 100/110, sarà riconosciuto un contributo una tantum di € 500,00.

Presentazione della domanda entro 6 mesi dal conseguimento del titolo.

 

Infortunio o Malattia Professionale: 

Il contributo riconosciuto per “Infortunio o malattia professionale” è di € 75,00 per ogni punto di invalidità riconosciuto dall’INAIL; il lavoratore deve essere in forza presso un’impresa regolarmente iscritta alla cassa al momento della presentazione della domanda, che va inoltrata entro 6 mesi dalla data del certificato INAIL di riconoscimento dell’evento.

Ai lavoratori assenti per malattia fino a 6 giorni, verrà riconosciuto un contributo di € 20,00 per ognuno dei primi 3 giorni di assenza. Il contributo è erogato dall’impresa al dipendente che ha almeno 600 ore lavorate e versate alla CEDAM nei nove mesi precedenti l’evento;

 

l’impresa entro sei mesi richiederà alla CEDAM il rimborso di quanto erogato, allegando il certificato medico e la busta paga relativa al mese di erogazione

 

Ricongiungimento familiare:

La prestazione è rivolta ai lavoratori  che trasferiscono  la  residenza  della  propria  famiglia  nella  Regione  Marche.

La Cassa Edile CEDAM erogherà €.1.500,00 ai lavoratori che hanno trasferito la residenza dell’intera famiglia nella Regione Marche. La somma ha lo scopo di contribuire alle spese sostenute dai lavoratori per la ricongiunzione con le loro famiglie; al contributo sono ammessi soltanto i seguenti familiari: Coniuge, Figli, Padre e Madre.

Il contributo “una tantum” è da considerarsi per nucleo familiare.

Questa prestazione è rivolta esclusivamente ai lavoratori immigrati nelle Marche dall’estero o da fuori regione dipendenti di imprese regolarmente iscritte alla CEDAM ed in possesso dei seguenti requisiti:

  • Aver maturato almeno 2.100 ore nei due anni interi precedenti la richiesta del contributo, che sarà erogato entro e non oltre 6 mesi dalla presentazione della domanda;
  • Essere lavoratore attivo, cioè iscritto alla Cassa al momento della presentazione della domanda e dell’erogazione del contributo;
  • Essere alle dipendenze di una ditta regolarmente iscritta alla CEDAM ed in regola con i versamenti.

Per ottenere la prestazione bisognerà produrre la seguente documentazione:

  • Domanda di contributo alla Cassa da presentarsi entro e non oltre 12 mesi la data di acquisizione della residenza nelle Marche dell’intero nucleo familiare;
  • Certificato di Residenza e Stato di Famiglia in carta semplice;
  • Copia della documentazione della questura competente.

Tutta la documentazione dovrà essere prodotta in originale alla CEDAM che provvederà alla restituzione al termine del procedimento.

 

 

Assegno per Paternità/Maternità

Contributo di € 500,00 in occasione della nascita o adozione di un/a figlio/a.

Requisiti: Il dipendente deve aver lavorato almeno 600 ore nei nove mesi precedenti l’evento ed essere in forza in un’impresa regolarmente iscritta alla CEDAM e regolare nella contribuzione.        

 

Assegno Funerario

Alla famiglia del lavoratore deceduto viene riconosciuto, dal Fondo nazionale APE, un contributo pari a 300 ore di paga di operaio specializzato 3° livello ad integrazione di quanto eventualmente corrisposto dall’ INAIL. Il lavoratore, deve aver già percepito almeno una erogazione APE ed essere in forza alla CEDAM al momento del decesso.

 

Contributo Spese Funerarie

Agli eredi legittimi del lavoratore deceduto, regolarmente iscritto al momento del decesso, verrà riconosciuto dalla Cassa CEDAM, un contributo aggiuntivo di €.1000,00 per le spese funerarie sostenute.

 

Intervento in caso di fallimento dell’impresa

Nel caso che un’impresa venga dichiarata fallita ovvero ammessa ad una delle procedure concorsuali previste dalle attuali norme legislative, la gestione Cassa Edile preleva dai propri fondi quanto necessario a coprire il contributo “Anzianità Professionale Edile” che la stessa azienda avrebbe dovuto versare per i propri dipendenti (contestualmente a tutti gli altri oneri). In questo caso per i dipendenti interessati non decorrono i termini ed agli stessi vengono accreditate tutte le ore di lavoro effettuate e valide ai fini della corresponsione dell’APE.                

 

Sussidi Straordinari “Una Tantum”:

Verranno prese in considerazione richieste derivanti da necessità straordinarie da parte dei lavoratori; tra le altre cose eventuali richieste potranno riguardare le  prestazioni abolite a suo tempo nelle diverse province: (es. ingresso in edilizia, omaggio nuzialità, colonie estive, contributo per l’occupazione post-servizio militare); tuttavia, la valutazione e l’erogazione sarà a completa discrezione dell’Ufficio di Presidenza.

          

Tutti gli importi previsti dal presente Regolamento sono da intendersi al lordo delle trattenute di legge ove previste.

 

 


Print Friendly, PDF & Email