DURC ON-LINE SEMPLIFICAZIONE DELLA REGOLARITA’ CONTRIBUTIVA. Dal 1° Luglio 2015 Accesso dai portali: INAIL – www.inail.it o INPS – www.inps.it

, , Comment closed

LA NUOVA REGOLARITA’ CONTRIBUTIVA ON-LINE
CASSA EDILE – INAIL – INPS

Tutti i soggetti abilitati alla verifica dal 1° Luglio 2015 potranno accedere al sistema “DURC ON LINE” attraverso i portali: INAIL – www.inail.it  o  INPS – www.inps.it  inserendo il codice fiscale dell’impresa per la quale si necessita conoscere la regolarità contributiva (Scarica le procedure per richiedere il DURC ON LINE)

DECRETO del MINISTERO DEL LAVORO del 30 GENNAIO 2015 – G.U. n.125 del 1/06/2015

Dal 2 luglio 2015 cambieranno radicalmente le procedure per la richiesta, il rilascio e la validità delle attestazioni in materia di regolarità contributiva delle imprese; dopo aver ricevuto regolare accreditamento basterà accedere in un nuovo sito dedicato ed inserire il codice fiscale per verificare, in tempo reale, la regolarità o meno dell’impresa.
In data 1° Giugno 2015 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale con il n.125 il Decreto del Ministero del Lavoro del 30 gennaio 2015, relativo alla sostanziale semplificazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC),
Con l’entrata in vigore del Decreto le precedenti diverse certificazioni che correntemente venivano indicate come Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) verranno unificate in un’unica tipologia di attestazione, che verrà richiesta e rilasciata tramite internet, attraverso un unico sistema di certificazione on-line.
Le verifiche di regolarità avranno tutte la validità 120 giorni dal rilascio senza distinzione tra lavori privati o pubblici, e, in quest’ultimo ambito, perderà qualsiasi rilevanza il motivo della richiesta: firma del contratto, pagamento di un SAL o del saldo di fine lavori o altro, come già previsto dall’art. 4 del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34, convertito dalla legge 16 maggio 2014, n. 78, recante «Semplificazioni in materia di Documento Unico di Regolarità Contributiva».
Ad esempio: a fronte di una richiesta di verifica della regolarità di un’impresa con esito positivo chiunque e per qualsiasi motivo entro i successivi 120 giorni faccia analoga richiesta riceverà copia della comunicazione positiva già emessa ed in corso di validità, che dovrebbe quindi avere vigore, per tutti, fino alla sua scadenza naturale.
In caso di irregolarità l’impresa riceverà una mail informativa ed avrà 15 giorni per regolarizzare la propria posizione contributiva rimanendo l’obbligo, in particolare per il settore edile, di un supplemento di indagine e della possibilità di regolarizzazione.
Attenzione: non esisteranno più Regolarità Contributive “Alla Data Del…” o “Non Sanabili” come avveniva precedentemente per i DURC con i quali veniva verificata l’Autocertificazione!!
Inoltre, oltre alla verifica della regolarità sulle imprese edili iscritte le Casse avranno competenza di verifica anche per alcune altre tipologie di soggetti come i consorzi ed imprese che svolgono attività immobiliari, che non avendo operai non sono tenuti ad iscriversi alle Casse, questo in quanto i sistemi informativi coinvolti (di INPS, INAIL e CNCE che gradualmente verranno integrati), per come sono attualmente impostati (in particolare quello dell’INPS), non consentono di distinguere tra imprese con dipendenti che hanno nel loro organico solo impiegati e quelle che abbiano anche o solo operai.

Con il nuovo sistema, quindi, si dovranno modificare: procedure, tempistiche, oneri connessi alle verifiche di regolarità ma dovranno subire cambiamenti anche i comportamenti delle imprese in conseguenza della unificazione delle varie tipologie di DURC sin qui esistenti e della durata più lunga della validità legale delle verifiche suddette.
Su tale complessa materia, tuttavia, sono in corso approfondimenti a vari livelli, ad iniziare dal sistema della Casse Edili per definire tempi e modi d’attuazione e rendere il più possibile meno traumatico il passaggio tra il vecchio ed il nuovo sistema di verifica della Regolarità Contributiva.
Il Direttore Falcioni e gli uffici C.ED.A.M., ovviamente, saranno a vostra disposizione per tutti i chiarimenti del caso e provvederanno ad informarvi celermente sulle novità future.

Print Friendly, PDF & Email